Life skills

Da alcuni anni gli stessi programmi ministeriali, ed in particolare l’ASL Lombardia, individuano come uno degli obiettivi fondamentali dell'educazione scolastica il costruire e rafforzare il senso di efficacia personale e collettiva dei ragazzi e lo sviluppo delle "Life skills" (competenze di vita). Questo ampliamento di indirizzi, da parte della scuola italiana, non fa che recepire i risultati di un gran numero di studi, secondo i quali le competenze sociali ricoprirebbero un ruolo centrale nella promozione della salute e del benessere degli adolescenti (ma anche dei bambini).


Le Life Skills (capacità di prendere decisioni, risolvere problemi, pensiero creativo, capacità di critica, comunicazione efficace, capacità di relazionarsi con gli altri, autoconsapevolezza, empatia, gestione delle emozioni, gestione dello stress) fanno riferimento proprio a competenze sociali e relazionali che permettono ai ragazzi di affrontare in modo efficace le esigenze della vita quotidiana, rapportandosi con fiducia a se stessi, agli altri e alla comunità; abilità e competenze, che è necessario apprendere per mettersi in relazione con gli altri e per affrontare i problemi, le pressioni e gli stress della vita quotidiana.
La mancanza di tali skills socio-emotive può causare, in particolare nei giovani, l'instaurarsi di comportamenti negativi e a rischio in risposta agli stress.

Lo sviluppo di tali abilità e competenze rappresenta un obiettivo cardine per ognuno degli interventi in seguito riportati e ciò avviene nel lavoro collettivo e nella relazione con i compagni.